Contatti
Direzione Scientifica
Tel. 0718004628
Fax 0718004759
direzionescientifica@inrca.it

  Trova
 
  Progetti
  Pubblicazioni
  Ricercatori
 
   

Indicatori di Performance  print this page

Nel corso degli ultimi anni l’IRCCS-INRCA ha avviato al proprio interno un percorso finalizzato al sempre maggiore coinvolgimento di tutti i professionisti inseriti a diversi livelli di responsabilità all’interno delle strutture assistenziali ed inquadrati prevalentemente nei Centri e nei Laboratori di Ricerca sopra descritti e non soltanto dei ricercatori a tempo pieno, sui processi di ricerca, perseguendo un duplice obiettivo.  Da un lato, il raggiungimento di una maggiore integrazione tra le attività assistenziali e di ricerca, nella precisa convinzione che la qualità della Ricerca proviene da una forte partecipazione della struttura agli aspetti di multidisciplinarietà che tale integrazione consente. Dall’altro, l’Istituto viene posto nelle migliori condizioni per la conquista di un ruolo sempre più importante nel contesto scientifico.  Il secondo obiettivo è fortemente collegato con il primo:  quanto più, infatti, i processi di ricerca saranno monitorati e sottoposti a valutazione scrupolosa all’interno dell’Istituto, tanto più l’Istituto, l’IRCCS-INRCA sarà accreditato all’interno della comunità scientifica nazionale ed internazionale.

Partendo da questa valutazione del contesto, la Direzione Scientifica ha ritenuto necessario implementare un moderno sistema di monitoraggio e valutazione delle attività di Ricerca Scientifica con  i seguenti obiettivi:

  • Individuare gli indicatori idonei a monitorare le attività di ricerca svolte dal Sistema dell’Istituto, valutandone i risultati complessivi.
  • Individuare gli indicatori idonei a monitorare le attività di ricerca svolte da ciascun Ricercatore, e a valutare i risultati delle attività svolte.
  • Definire i profili dei Ricercatori dell’Istituto per le varie aree di ricerca, identificando i requisiti necessari per operare con successo.
  • Individuare un Regolamento permanente finalizzato al monitoraggio ed alla valutazione periodica dei risultati dell’attività di ricerca svolta complessivamente da parte dell’Istituto.

Nel corso del 2011 è stata sviluppata una progettualità ad hoc che per la sua complessità e per la tipologia ed importanza degli obiettivi fissati, è stato suddivisa in due macrofasi: una prima macrofase di ingegnerizzazione ed una seconda di implementazione.

Nella macrofase di ingegnerizzazione, è stata realizzata un’approfondita analisi iniziale del contesto ed un’attenta valutazione delle risorse umane e tecniche da mobilitare, e dei tempi entro i quali completare il progetto.

Per la successiva macrofase di implementazione è stato seguito un percorso articolato e suddiviso in cinque fasi:

  • start up del progetto,
  • focus group con i ricercatori e professionisti dell’Istituto con lo scopo di utilizzarne al meglio le relative competenze, ottenendone il massimo del coinvolgimento con una logica bottom – up
  • individuazione del panel di indicatori suddivisi su tre livelli: indicatori per l’attività complessiva di Istituto, indicatori per singoli Dipartimenti e/o UU.OO. e indicatori per ogni singolo Ricercatore.
  • individuazione del profilo tipo dei Ricercatori, mirato a definire  competenze/abilità in tre macro aree: competenze professionali di base, competenze tecniche per la gestione dei progetti, capacità relazionali all’interno dei gruppi di lavoro.
  • proposta di regolamento di valutazione degli obiettivi di ricerca e definizione di un modello di monitoraggio ed analisi dell’attività di ricerca scientifica dell’Istituto, che valorizzi un processo di definizione - a vari livelli, dal singolo ricercatore ad un piano di Istituto - degli obiettivi della ricerca e degli indicatori per valutarla,  delle modalita’ di verifica periodica dello stato di avanzamento e di controllo del raggiungimento degli obiettivi definiti.

Gli indicatori

La valutazione delle attività di ricerca scientifica svolte da parte dell’Istituto

  1. Impact Factor normalizzato
  2. Numero di pubblicazioni all’anno
  3. Numero di studi clinici in corso
  4. Numero dei pazienti arruolati per studi clinici su numero di pazienti previsti riferiti al periodo
  5. Numero di report pervenuti su numero report totali di cui è richiesta la rendicontazione nell’anno
  6. Numero di progetti accettati su numero di progetti presentati  nell’anno
  7. Numero di partnership formali di attività scientifiche con Aziende o altri Enti possibili finanziatori
  8. Indice “h” a livello di Istituto
  9. Grado di soddisfazione dei ricercatori

La valutazione delle attività di ricerca scientifica svolte da parte dei Dipartimenti Misti e/o dalle Unità Operative

  1. Impact factor normalizzato
  2. Numero di pubblicazioni all’anno
  3. Numero di studi clinici in corso
  4. Numero di pazienti arruolati per studi clinici, riferiti al periodo
  5. Numero di partnership formali di attività scientifiche con Aziende o altri Enti possibili finanziatori
  6. Numero di progetti/collaborazioni attivate, nell’arco di un anno, tra “Clinica” e “Ricerca”

La valutazione delle attività di ricerca scientifica svolte da parte  di singoli ricercatori dell’Istituto

  1. Impact factor normalizzato
  2. Numero di articoli prodotti, di partecipazioni a conferenze, libri, report di ricerca, altri materiali di disseminazione
  3. Percentuale di finanziamenti ottenuti, nell’arco dei tre anni precedenti, per partecipazione a bandi competitivi, rispetto ai finanziamenti strutturali
  4. Indice “h”
  5. Capacità del ricercatore di fare rete nell’Istituto (ad esempio il numero dei progetti su cui afferisce il singolo ricercatore sul totale dei progetti di un’area specifica)
  6. Capacità del ricercatore di completare il progetto nella tempistica programmata

Il profiling dei ricercatori

Competenze professionali di base: bagaglio scientifico e professionale acquisito prima attraverso l’ottenimento della laurea specifica, e successivamente definita, orientata e sviluppata attraverso le esperienze e le conoscenze acquisite nello svolgimento della propria attività

Competenze tecniche per la gestione dei progetti: approccio globale ad ogni progetto che prevede il corretto svolgimento delle attività preliminari di programmazione del progetto definendo all’inizio le fasi da svolgere, i risultati da ottenere, la pianificazione temporale delle fasi, la necessità di risorse umane ed economiche di cui è necessario disporre

Capacità relazionali all’interno dell’Istituto e dei gruppi di lavoro: contributo alla creazione di reti ed integrazione per lo sfruttamento ottimale della multidisciplinarietà