Contatti

 

Responsabile del Benessere Animale
Mauro Provinciali
m.provinciali@inrca.it
tel. 0718004210
fax 071 206791
   
Medico Veterinario Designato  
Fiorenza Orlando
f.orlando@inrca.it
tel. 071 8004544-3017
fax 071 206791
   
Personale Tecnico di Stabulario Responsabile per le Attrezzature  
Giovanni Bernardini
g.bernardini@inrca.it
tel. 071 8004327 - 3016
fax 071 206791
 

 

  Trova
 
  Progetti
  Pubblicazioni
  Ricercatori
 
   

SERVIZIO DI ALLEVAMENTO E SPERIMENTAZIONE ANIMALE  print this page

Il Servizio di Allevamento e Sperimentazione Animale (SASA) del Polo Scientifico Tecnologico “N. Masera” (PST) dell’ INRCA di Ancona  si caratterizza per essere <stabilimento di allevamento> e <stabilimento utilizzatore> riconosciuto dal Ministero della Salute. La sua unicità è rappresentata dall’allevare piccoli roditori (ratti e topi), utilizzati per fini sperimentali, fino all’invecchiamento in ambiente SPF (Specific Patogen Free). Gli animali vengono mantenuti in uno stabulario di ultima generazione coerentemente a quanto previsto dalla normativa sulla sperimentazione animale (DLvo 26/14) concepito in modo che tutte le stanze barrierate siano dei sistemi ambientali completamente indipendenti tra loro. Questo sistema di biocontenimento primario a comparti riduce al minimo la probabilità che la popolazione animale presente venga in contatto con microrganismi patogeni, permettendo quindi:

a) l’allevamento di animali esenti da parassiti, batteri e virus patogeni che possono causare loro infezione, malattia, sofferenza e morte,

b) dati sperimentali che non risentono di eventuali interferenze legate alla presenza di germi patogeni.

Non è escluso comunque che gli animali e l’ambiente siano privi di un ampio spettro di microrganismi non patogeni comuni negli ambienti di stabulario.

Per assicurare il mantenimento di condizioni standard ambientali e degli animali allevati, il SASA, nell’ambito della certificazione di qualità dell’Istituto, ha adottato procedure registrate in linea con quanto previsto dalle raccomandazioni FELASA atte a garantire che l’impiego degli animali a fini sperimentali avvenga nel rispetto degli stessi e in accordo con le buone pratiche di laboratorio.

Configurazione attuale della struttura

  • unità di allevamento e riproduzione di topi e ratti in ambiente di stabulario SPF
  • unità per la sperimentazione animale: sale dedicate, sala operatoria (foto 1 - 2)

Attività

Il Servizio offre agli utenti l’opportunità di utilizzare per fini di ricerca gli animali ivi allevati e, nei limiti delle disponibilità, di usufruire delle strutture ed apparecchiature presenti e di ottenere consulenza scientifico- tecnico- veterinaria del personale ivi operante. In accordo al Decreto legislativo e le Guideline per la presentazione progetto di ricerca (Articolo 31.del DlVO 26/14) presso il SASA è stato costituito un ’Organismo Preposto al Benessere degli Animali’ (OPBA: Det_126DGEN_14 e successive modificazioni), composto dal Responsabile del Servizio di Stabulario, dal Medico Veterinario e da due membri scientifici con esperienza nella sperimentazione animale. I membri dell’OPBA forniscono consulenza per lo sviluppo e la stesura dei progetti di ricerca con gli animali da laboratorio e  inoltrano la domanda di autorizzazione del progetto di ricerca al Ministero della Salute, con le modalità riportate nella Procedura Operativa.

I verbali delle riunioni dell’OPBA sono consultabili in apposito registro presente presso il sito intranet aziendale.

Il Servizio è dotato di un proprio regolamento interno e di attività di ricerca e di servizi sotto elencati, con certificazione delle procedure adottate nell’ambito del sistema qualità dell’Istituto e in conformità alle disposizione di legge (DLvo 26/14) in materia di protezione animale, sia per l’allevamento che per l’utilizzazione degli  animali a fini scientifici:

  • Riproduzione, allevamento e cura degli animali fino all’invecchiamento;
  • Mantenimento, sviluppo e invecchiamento di colonie di animali transgenici e knockout;
  • Adempimento e applicazione delle norme legislative in materia di sperimentazione animale;
  • Apporto tecnico ed assistenza nella sperimentazione animale:
  1. ideazione e realizzazione di modelli chirurgici e patologici in corso di protocolli sperimentali;
  2. esecuzione di procedure microchirurgiche di neurochirurgia- chirurgia addominale- chirurgia vascolare;
  3. assistenza anestesiologica e monitoraggio dei parametri vitali in corso di interventi;
  4. alimentazione controllata con diete specifiche, allestimento di esperimenti con alimentazione forzata in corso di  trattamenti acuti e cronici;
  5. Prelievi d’organo ed ematici.
  • Possibilità di convenzioni con terzi per le attività sopra elencate