Pesonale e Contatti
 

Direttore
Fiorenzo Conti
f.conti@inrca.it
tel. 071 8004200
 
   
Ricercatori  
Marta Balietti
m.balietti@inrca.it
tel. 071 8004103
 
   
Luca Bragina
l.bragina@inrca.it
 
   
Tiziana Casoli
t.casoli@inrca.it
tel. 071 8004203
 
   
Patrizia Fattoretti
p.fattoretti@inrca.it
tel. 071 8004502
 
   
Giorgia Fattorini
g.fattorini@inrca.it
 
   
Marcello Melone
m.melone@inrca.it
 
   
Personale Tecnico  
Belinda Giorgetti
b.giorgetti@inrca.it
 
   
Moreno Solazzi
m.solazzi@inrca.it
tel. 071 8004273
 

 

  Trova
 
  Progetti
  Pubblicazioni
  Ricercatori
 
   

Centro di Ricerca Neurobiologia dell'Invecchiamento  print this page

Il Centro di Neurobiologia dell’Invecchiamento si propone di svolgere attività di ricerca, sviluppare attività di formazione e promuovere la divulgazione.

1. Attività di ricerca

Il Centro promuove e svolge attività di ricerca sperimentale e applicata nel campo delle Neuroscienze, dallo studio delle basi cellulari e molecolari del sistema nervoso all’analisi delle funzioni integrative e dell’attività mentale in condizioni normali o patologiche. Compito essenziale del Centro in questo ambito è quello di promuovere un approccio interdisciplinare che integri l'attività di studio e le diverse competenze dei laboratori. A tal fine, il Centro si propone di concentrare masse critiche di ricercatori in modo da favorire la collaborazione scientifica, la circolazione delle idee e il migliore sfruttamento delle risorse umane e materiali. E’ altresì finalità fondamentale del Centro promuovere l’integrazione fra ricerca di base e ricerca applicata e incoraggiare lo scambio culturale fra le Neuroscienze e gli altri ambiti della ricerca scientifica.

Il Centro intende sviluppare tre aree tematiche principali: i) Neurobiologica. Quest’area comprende la ricerca di base e la ricerca applicata di ambito cellulare e molecolare. Sono incluse in quest’area la Neurobiologia, la Neurofisiologia cellulare e molecolare, la Neuroanatomia, la Neuropatologia cellulare e molecolare, la Neurofarmacologia cellulare e molecolare e tutta la ricerca condotta su modelli sperimentali e diretta a sviluppare e sperimentare molecole o procedure destinate all’applicazione diagnostica o terapeutica. Sul piano scientifico, questa tematica si esprime nello studio delle modificazioni molecolari, sinaptiche e funzionali che occorrono nel cervello durante l’invecchiamento e nello studio dei meccanismi di plasticità, sinaptica e sistemica; ii) Fisiopatologica. Quest’area comprende da una parte la ricerca finalizzata alla definizione delle alterazioni che caratterizzano le malattie del cervello correlate all’invecchiamento, dall’altra l’applicazione dei principi e dei metodi della medicina rigenerativa (con particolare attenzione allo sviluppo delle tecniche basate sull’impiego di cellule staminali) alle specifiche problematiche dell’invecchiamento. In quest’area sono quindi incluse anche ricerche che sarebbero tradizionalmente definite di Neurologia e Psichiatria sperimentale o di Neuropsicologia e ricerche che riguardano la Fisiologia dei sistemi, la Psicologia, l’Intelligenza Artificiale, le Reti Neurali, le Scienze del comportamento; iii) della Prevenzione. Quest’area, fondamentale a lungo termine, è strettamente correlata alle due precedenti e mira da una parte a definire le procedure atte a favorire i meccanismi plastici adattativi capaci di rallentare meccanismi che contribuiscono al processo d’invecchiamento cerebrale e dall’altra a ridurre i fattori che favoriscono questo processo.

2. Attività di formazione e informazione

Il Centro promuove e sviluppa attività di formazione superiore, organizza seminari e congressi scientifici e promuovere lo scambio culturale con altri centri di ricerca nazionali ed internazionali. In questo ambito, il Centro può svolgere attività di formazione e avviamento alla ricerca.

3. Attività di divulgazione

Il Centro svolge attività di divulgazione diretta a informare e sensibilizzare gli abitanti della Regione Marche sulle problematiche inerenti lo studio del sistema nervoso e dei processi mentali nell’invecchiamento e la prevenzione, la diagnosi e la cura delle patologie associate all’invecchiamento mediante iniziative dirette al pubblico.